Una presenza (in)visibile