Il saggio ricostruisce le trattative condotte dalla Repubblica di Lucca, prima a Roma e poi a Vienna, per l'acquisto della "Jura" vescovile, piccolo feudo episcopale situato all'interno del proprio territorio. Si mettono in evidenza tre aspetti: l'importanza strategica attribuita a questo feudo; le incertezze e le ambiguità relative alle sue origini giuridiche; le strategie diplomatiche adottate dal governo lucchese per giungere, infine, al suo agognato acquisto

Tra Roma e Vienna. Strategie diplomatiche per un feudo vescovile di origine imperiale nella Repubblica di Lucca

Giuli Matteo
2016

Abstract

Il saggio ricostruisce le trattative condotte dalla Repubblica di Lucca, prima a Roma e poi a Vienna, per l'acquisto della "Jura" vescovile, piccolo feudo episcopale situato all'interno del proprio territorio. Si mettono in evidenza tre aspetti: l'importanza strategica attribuita a questo feudo; le incertezze e le ambiguità relative alle sue origini giuridiche; le strategie diplomatiche adottate dal governo lucchese per giungere, infine, al suo agognato acquisto
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
articolo Cheiron.pdf

solo utenti autorizzati

Descrizione: Saggio in rivista
Tipologia: Versione finale editoriale
Licenza: NON PUBBLICO - Accesso privato/ristretto
Dimensione 170.93 kB
Formato Adobe PDF
170.93 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11568/934892
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact