Max Ophuls, o dell’equilibrio variabile tra azione e visione