Il contributo propone lo sviluppo di una metodologia diretta ad analizzare le potenzialità del territorio in termini di sviluppo locale e di risoluzione dei conflitti che possono derivare dall’uso delle risorse naturali in esso contenute. In considerazione del rilevante ruolo assolto dal settore agricolo in termini di manutenzione e preservazione dell’ambiente e delle realtà sociali in esso presenti, lo studio ha inoltre sviluppato un’approfondita analisi delle caratteristiche strutturali delle imprese agricole, ponendo particolare attenzione al ruolo multifunzionale svolto all’interno del territorio. Secondo le definizioni ormai ampiamente accettate dalla comunità scientifica, al settore agricolo sono infatti attribuibili tre funzioni principali: la funzione ambientale, la funzione economica e la funzione sociale. In ambito ambientale assume particolare rilevanza la gestione delle superfici forestali e seminaturali (cespuglieti, prati, ecc.) attuata dallediverse imprese agricole. In considerazione di tutto ciò, il lavoro ha quindi sviluppato un modello predittivo capace di stimare, attraverso la georeferenziazione delle variabili socio-economiche (censimento dell’agricoltura 2000), le modificazioni di uso del suolo conseguenti all’introduzione della riforma di medio termine, e di identificare le zone ove sussistono le maggiori esigenze di «gestione dell’evoluzione dei terreni agricoli»; dall’altro lato, ha definito, attraverso modelli di analisi multicriteriale geografica, le aree di potenziale conflitto di sviluppo fra diverse direttrici (agricolo, residenziale ed industriale).

Modelli di analisi territoriale dei conflitti socio economici fra sviluppo e conservazione ambientale

F. Riccioli.
2006

Abstract

Il contributo propone lo sviluppo di una metodologia diretta ad analizzare le potenzialità del territorio in termini di sviluppo locale e di risoluzione dei conflitti che possono derivare dall’uso delle risorse naturali in esso contenute. In considerazione del rilevante ruolo assolto dal settore agricolo in termini di manutenzione e preservazione dell’ambiente e delle realtà sociali in esso presenti, lo studio ha inoltre sviluppato un’approfondita analisi delle caratteristiche strutturali delle imprese agricole, ponendo particolare attenzione al ruolo multifunzionale svolto all’interno del territorio. Secondo le definizioni ormai ampiamente accettate dalla comunità scientifica, al settore agricolo sono infatti attribuibili tre funzioni principali: la funzione ambientale, la funzione economica e la funzione sociale. In ambito ambientale assume particolare rilevanza la gestione delle superfici forestali e seminaturali (cespuglieti, prati, ecc.) attuata dallediverse imprese agricole. In considerazione di tutto ciò, il lavoro ha quindi sviluppato un modello predittivo capace di stimare, attraverso la georeferenziazione delle variabili socio-economiche (censimento dell’agricoltura 2000), le modificazioni di uso del suolo conseguenti all’introduzione della riforma di medio termine, e di identificare le zone ove sussistono le maggiori esigenze di «gestione dell’evoluzione dei terreni agricoli»; dall’altro lato, ha definito, attraverso modelli di analisi multicriteriale geografica, le aree di potenziale conflitto di sviluppo fra diverse direttrici (agricolo, residenziale ed industriale).
Fagarazzi, C.; Franciosi, C.; Fratini, R.; Riccioli, Francesco
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11568/936755
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact