All’inizio del 2007 l’Unione Europea (UE) ha presentato una nuova politica energetica con l’obiettivo che, entro il 2020, il 20% dei consumi energetici nei 25 Stati membri provenga da fonti rinnovabili, tra le quali le biomasse. L’Italia, con una superficie forestale di 8675100 ha (circa il 29% della superficie territoriale nazionale), potrebbe trarre notevoli vantaggi per quanto riguarda lo sfruttamento delle biomassa lignocellulosica a fini energetici. L’installazione di piccoli impianti di gassificazione (nell’ordine di poche centinaia di kWe), di semplice e sicura conduzione, dimensionati per le effettive caratteristiche e potenzialità del territorio in termini di biomassa disponibile e capacità di approvvigionamento, con conseguenti bassi costi di trasporto e minimo impatto ambientale sul territorio, consentirebbe di valorizzare al meglio le risorse disponibili nonché di sviluppare un sistema economico sinergico di attività connesse alla pulizia, trattamento e mantenimento di boschi e fossi e al recupero degli scarti agricoli. Il presente lavoro riguarda lo studio di fattibilità tecnico-economica di un piccolo impianto di gassificazione di biomassa legnosa (manutenzione boschiva, scarti di potatura, ecc.) abbinato ad un motore endotermico per la produzione di energia elettrica e calore, da collocare nel territorio del Comune di Villa Basilica (LU), caratterizzato da un’ampia superficie boschiva. La tecnologia di gassificazione scelta è quella a letto fisso di tipo downdraft, che meglio delle altre si adatta all’abbinamento con un motore endotermico. Particolare attenzione è stata dedicata all’individuazione dell’utilizzatore dell’energia termica residua per la produzione di calore in cogenerazione, in modo da elevare il rendimento globale di conversione energetica ad oltre il 50%, effettuando inoltre il dimensionamento del sistema di trasporto e cessione del calore. L’analisi economica ha dimostrato la remuneratività dell’investimento alla luce degli attuali incentivi.

Studio di fattibilità tecnico-economica di un piccolo impianto cogenerativo con gassificazione di biomassa lignocellulosica

R. GABBRIELLI;FRIGO S;
2009

Abstract

All’inizio del 2007 l’Unione Europea (UE) ha presentato una nuova politica energetica con l’obiettivo che, entro il 2020, il 20% dei consumi energetici nei 25 Stati membri provenga da fonti rinnovabili, tra le quali le biomasse. L’Italia, con una superficie forestale di 8675100 ha (circa il 29% della superficie territoriale nazionale), potrebbe trarre notevoli vantaggi per quanto riguarda lo sfruttamento delle biomassa lignocellulosica a fini energetici. L’installazione di piccoli impianti di gassificazione (nell’ordine di poche centinaia di kWe), di semplice e sicura conduzione, dimensionati per le effettive caratteristiche e potenzialità del territorio in termini di biomassa disponibile e capacità di approvvigionamento, con conseguenti bassi costi di trasporto e minimo impatto ambientale sul territorio, consentirebbe di valorizzare al meglio le risorse disponibili nonché di sviluppare un sistema economico sinergico di attività connesse alla pulizia, trattamento e mantenimento di boschi e fossi e al recupero degli scarti agricoli. Il presente lavoro riguarda lo studio di fattibilità tecnico-economica di un piccolo impianto di gassificazione di biomassa legnosa (manutenzione boschiva, scarti di potatura, ecc.) abbinato ad un motore endotermico per la produzione di energia elettrica e calore, da collocare nel territorio del Comune di Villa Basilica (LU), caratterizzato da un’ampia superficie boschiva. La tecnologia di gassificazione scelta è quella a letto fisso di tipo downdraft, che meglio delle altre si adatta all’abbinamento con un motore endotermico. Particolare attenzione è stata dedicata all’individuazione dell’utilizzatore dell’energia termica residua per la produzione di calore in cogenerazione, in modo da elevare il rendimento globale di conversione energetica ad oltre il 50%, effettuando inoltre il dimensionamento del sistema di trasporto e cessione del calore. L’analisi economica ha dimostrato la remuneratività dell’investimento alla luce degli attuali incentivi.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11568/937012
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact