Il saggio, muovendo da un'importante decisione della Corte costituzionale tedesca, affronta il tema dell'ammissibilità, all'interno dei registri di stato civile, di un'ulteriore iscrizione relativa al sesso diversa dal binomio maschile-femminile. Il problema, particolarmente attuale nel diritto germanico, nasce dalle rivendicazioni, in tal senso, delle persone intersessuali, ma presenta invero risvolti più ampi, suscettibili di riguardare tanto la generalità dei consociati quanto l'ordinamento civilistico (e non solo) nel suo insieme, suggerendo pertanto di indagare tale prospettiva, nei suoi risvolti sistematici e tecnici, anche nell'ottica del diritto italiano.

Identità sessuale e stato civile

Azzarri
2018

Abstract

Il saggio, muovendo da un'importante decisione della Corte costituzionale tedesca, affronta il tema dell'ammissibilità, all'interno dei registri di stato civile, di un'ulteriore iscrizione relativa al sesso diversa dal binomio maschile-femminile. Il problema, particolarmente attuale nel diritto germanico, nasce dalle rivendicazioni, in tal senso, delle persone intersessuali, ma presenta invero risvolti più ampi, suscettibili di riguardare tanto la generalità dei consociati quanto l'ordinamento civilistico (e non solo) nel suo insieme, suggerendo pertanto di indagare tale prospettiva, nei suoi risvolti sistematici e tecnici, anche nell'ottica del diritto italiano.
Azzarri, Federico
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11568/937441
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact