La villa di San Vincenzino, sorta negli ultimi decenni del I secolo a.C. su un modesto rilievo naturale in prossimità della marina, era collegata a itinerari di breve e lunga distanza: la grande viabilità litoranea, quella di penetrazione nell’entroterra e le strade di più specifico interesse locale si intrecciavano in quest’area alle vie d’acqua rappresentate dal corso del Cecina, verosimilmente navigabile almeno nel tratto finale, e dagli approdi naturali offerti dalla sua foce e dal litorale protetto da un esteso sistema di secche.

La villa di San Vincenzino tra vie di terra e di acqua

Fabiani F.
2012

Abstract

La villa di San Vincenzino, sorta negli ultimi decenni del I secolo a.C. su un modesto rilievo naturale in prossimità della marina, era collegata a itinerari di breve e lunga distanza: la grande viabilità litoranea, quella di penetrazione nell’entroterra e le strade di più specifico interesse locale si intrecciavano in quest’area alle vie d’acqua rappresentate dal corso del Cecina, verosimilmente navigabile almeno nel tratto finale, e dagli approdi naturali offerti dalla sua foce e dal litorale protetto da un esteso sistema di secche.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11568/937510
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact