La Cassazione, il contratto collettivo e l'analogia 'interna'