La legge 394/91 definisce la classificazione delle aree naturali protette e istituisce l'Elenco ufficiale delle aree protette nel quale vengono iscritte tutte le aree che rispondono ai criteri stabiliti, a suo tempo, dal Comitato nazionale per le aree protette. Attualmente il sistema delle aree naturali protette è classificato come segue: Parchi Nazionali, Parchi naturali regionali ed interregionali, Riserve Naturali, Zone umide di interesse internazionale, Aree naturali protette, Zone di protezione speciale (Zps), Zone speciali di conservazione (Sic, Zsc). Analizzando quindi l’estensione del territorio protetto nel nostro Paese più dell’11%, cioè circa 3.000.000 di ettari, rientra in questa categoria. Queste aree rappresentano, nel nostro Paese, una realtà particolare con specifiche caratteristiche; l’Italia infatti ha un’antropizzazione antica almeno di 3000 anni e in continua crescita; questo porta inevitabilmente a una gestione diversa rispetto a quella dei grandi parchi, per esempio degli Stati Uniti, portando in primo piano il problema di conciliare la vita e le attività umane delle popolazioni con la presenza delle aree protette.

Agricoltura e agrometeorologia nelle aree protette

SILVESTRI, NICOLA;
2005

Abstract

La legge 394/91 definisce la classificazione delle aree naturali protette e istituisce l'Elenco ufficiale delle aree protette nel quale vengono iscritte tutte le aree che rispondono ai criteri stabiliti, a suo tempo, dal Comitato nazionale per le aree protette. Attualmente il sistema delle aree naturali protette è classificato come segue: Parchi Nazionali, Parchi naturali regionali ed interregionali, Riserve Naturali, Zone umide di interesse internazionale, Aree naturali protette, Zone di protezione speciale (Zps), Zone speciali di conservazione (Sic, Zsc). Analizzando quindi l’estensione del territorio protetto nel nostro Paese più dell’11%, cioè circa 3.000.000 di ettari, rientra in questa categoria. Queste aree rappresentano, nel nostro Paese, una realtà particolare con specifiche caratteristiche; l’Italia infatti ha un’antropizzazione antica almeno di 3000 anni e in continua crescita; questo porta inevitabilmente a una gestione diversa rispetto a quella dei grandi parchi, per esempio degli Stati Uniti, portando in primo piano il problema di conciliare la vita e le attività umane delle popolazioni con la presenza delle aree protette.
Borin, M; Salvato, M; Bechini, L; Monti, M; Poma, I; Silvestri, Nicola; Toderi, M.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
RIdA_Borin et al., 2005.pdf

solo utenti autorizzati

Tipologia: Versione finale editoriale
Licenza: NON PUBBLICO - Accesso privato/ristretto
Dimensione 46.4 kB
Formato Adobe PDF
46.4 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11568/97993
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact