Cosa è oggi, a sessant’anni dalla sua pubblicazione, il Pasticciaccio di Gadda? Prendendo in mano il monumentale commento che Maria Antonietta Terzoli ha dedicato all’opera più influente e cruciale dell’opus gaddiano,1 sembrerebbe che il Pasticciaccio sia anzitutto diventato un classico che non ha più bisogno di se stesso e il cui testo è stato reso fungibile dall’erudizione dei suoi glossatori.

Il libro in questione. Su un commento al «Pasticciaccio» di Gadda

Cristina Savettieri
2016

Abstract

Cosa è oggi, a sessant’anni dalla sua pubblicazione, il Pasticciaccio di Gadda? Prendendo in mano il monumentale commento che Maria Antonietta Terzoli ha dedicato all’opera più influente e cruciale dell’opus gaddiano,1 sembrerebbe che il Pasticciaccio sia anzitutto diventato un classico che non ha più bisogno di se stesso e il cui testo è stato reso fungibile dall’erudizione dei suoi glossatori.
Savettieri, Cristina
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Savettieri_Il libro in questione allegoria 74.pdf

accesso aperto

Tipologia: Versione finale editoriale
Licenza: Tutti i diritti riservati (All rights reserved)
Dimensione 788.9 kB
Formato Adobe PDF
788.9 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11568/987948
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact