Una nota sul secondo e –teorema di D. Hilbert