Qualche riflessione sugli sviluppi duecenteschi della fiscalità pisana a partire da un documento inedito del 1248