L'emozione e il linguaggio. A proposito di un libro di G: Mancini