Severino, Interpretazione e traduzione dell'Orestea di Eschilo