La facoltà del papa di trasferire qualsiasi vescovo da una sede ad un'altra fu teorizzata di Innocenzo III. In Italia centrosettentrionale la pratica iniziò verso il 1270. In alcune sedi vescovili, studiate fra la fine del Duecento e l'inizio del Quattrocento, i vescovi arrivarono quasi esclusivamente per trasferimento.

Un aspetto della circolazione degli ecclesiastici: i trasferimenti dei vescovi (Italia comunale, secoli XIII-XIV)

RONZANI, MAURO
2013

Abstract

La facoltà del papa di trasferire qualsiasi vescovo da una sede ad un'altra fu teorizzata di Innocenzo III. In Italia centrosettentrionale la pratica iniziò verso il 1270. In alcune sedi vescovili, studiate fra la fine del Duecento e l'inizio del Quattrocento, i vescovi arrivarono quasi esclusivamente per trasferimento.
Ronzani, Mauro
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Estratto Trasferimenti Pt 2011-13.pdf

solo utenti autorizzati

Tipologia: Versione finale editoriale
Licenza: NON PUBBLICO - Accesso privato/ristretto
Dimensione 2.13 MB
Formato Adobe PDF
2.13 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11568/241386
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact