Con parole e con segni. Lettura del XVIII del 'Paradiso'