Ritualità e ricorrenze simboliche in un romanzo di Giorgio Pressburger