Tra le novità introdotte dalla PAC 2014-2020 si rileva il greening, un pagamento condizionato al rispetto di pratiche agricole in favore del clima e dell’ambiente. Nello specifico i principali requisiti previsti sono: la diversificazione colturale in base alla dimensione aziendale; il mantenimento di prati permanenti; la destinazione di almeno il 5% della superficie eleggibile ad aree d’interesse ecologico. Il rispetto di tali criteri ha suscitato molta preoccupazione tra gli agricoltori e ha sollevato un diffuso interesse sul potenziale impatto che il greening avrà veramente sull'agricoltura nazionale. Il presente lavoro intende verificare gli effettivi impatti del greening sul sistema agricolo toscano, verificando la numerosità delle aziende rispondenti ai requisiti previsti e quantificando le superfici soggette a cambiamenti. Attraverso l’incrocio della banca dati del VI censimento ISTAT dell'agricoltura e dei dati ARTEA sulle domande uniche, saranno individuate le aziende che dovranno aderire al greening e quelle che poterebbero rientrarvi sostenendo dei costi. I risultati preliminari mostrano che già buona parte degli agricoltori toscani rispetta le norme del greening e che molti altri potrebbero adeguarsi sostenendo costi di adattamento relativamente bassi. L’analisi effettuata permette inoltre di valutare la distribuzione spaziale dei potenziali impatti del greening, al fine di delineare politiche mirate più efficaci.

L'impatto del Greening sull'Agricoltura Toscana

LANDI, CHIARA
;
FASTELLI, LAURA;ROVAI, MASSIMO;BARTOLINI, FABIO;BRUNORI, GIANLUCA
2014

Abstract

Tra le novità introdotte dalla PAC 2014-2020 si rileva il greening, un pagamento condizionato al rispetto di pratiche agricole in favore del clima e dell’ambiente. Nello specifico i principali requisiti previsti sono: la diversificazione colturale in base alla dimensione aziendale; il mantenimento di prati permanenti; la destinazione di almeno il 5% della superficie eleggibile ad aree d’interesse ecologico. Il rispetto di tali criteri ha suscitato molta preoccupazione tra gli agricoltori e ha sollevato un diffuso interesse sul potenziale impatto che il greening avrà veramente sull'agricoltura nazionale. Il presente lavoro intende verificare gli effettivi impatti del greening sul sistema agricolo toscano, verificando la numerosità delle aziende rispondenti ai requisiti previsti e quantificando le superfici soggette a cambiamenti. Attraverso l’incrocio della banca dati del VI censimento ISTAT dell'agricoltura e dei dati ARTEA sulle domande uniche, saranno individuate le aziende che dovranno aderire al greening e quelle che poterebbero rientrarvi sostenendo dei costi. I risultati preliminari mostrano che già buona parte degli agricoltori toscani rispetta le norme del greening e che molti altri potrebbero adeguarsi sostenendo costi di adattamento relativamente bassi. L’analisi effettuata permette inoltre di valutare la distribuzione spaziale dei potenziali impatti del greening, al fine di delineare politiche mirate più efficaci.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11568/628663
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact