Su Roberto Longhi, la scultura e il classicismo