“The Adventures of Telemachus, the Son of Ulysses”: osservazioni sulle edizioni britanniche