"Dicestemi, non vi parea avessi a tollere nulla provvigione a' Guinigi". Il network di un mercante lucchese nella seconda metà del Trecento